Home / lifestyle  / Interviste  / Francesco Rossi il DJ italiano più famoso al mondo.

Francesco Rossi il DJ italiano più famoso al mondo.

Buongiorno people love, come state?  Oggi vi racconterò  una mia riflessione scaturita dopo un’ intervista speciale fatta ad una persona altrettanto speciale: Francesco Rossi, Dj italiano riconosciuto in tutto il mondo….   Un giorno mia figlia mi

4

Buongiorno people love, come state?  Oggi vi racconterò  una mia riflessione scaturita dopo un’ intervista speciale fatta ad una persona altrettanto speciale: Francesco Rossi, Dj italiano riconosciuto in tutto il mondo….   Un giorno mia figlia mi guarderà con quello sguardo che conosco bene, che io stessa avevo nei confronti di  mia madre e mio padre quando mi raccomandavano di comportarmi bene in discoteca: non bere nel bicchiere degli altri, non dare confidenza a nessuno , stare sempre insieme alle mie amiche. Puntualmente li guardavo storto  e pensavo che erano due vecchietti che non sapevano e capivano assolutamente niente. 603004_641953619165539_1738589294_nUn giorno Ginevra crescerà , inizierà ad uscire ed io le farò mille raccomandazioni. Come mio padre non chiuderò occhio fino a che non rientrerà la notte e lei mi guarderà con il mio stesso sguardo di allora. Le sembrerò la vecchietta  del caso che non avrà la più pallida idea di cosa possa esserci fuori dalla porta. Invece  dovrò spiegarle che in discoteca ci sono andata per anni e che, nonostante l’ambiente, ho creato legami forti che sono durati nel tempo…che so benissimo come funziona quel mondo. Sorrido mentre sto aspettando Francesco per andare a bere qualcosa di caldo insieme e i miei pensieri vagano. Lui arriva e in un attimo rivivo in un flash il momento in cui l’ho conosciuto 11 anni  prima in una discoteca del Lago di Garda. 5Era il Dehor, un  luogo magico che in estate aveva un giardino di una bellezza unica. Vi  ho trascorso serate indimenticabili. Allora lavoravo come modella e lui era il Dj special guest del sabato sera. Entriamo in un bar e ci mettiamo comodi; ordiniamo entrambi un the verde mentre mi racconta la sua serata precedente a Padova.  Sta bene ed  è felice dei risultati del suo lavoro, ma me lo racconta distrattamente: è intento a sfogliare il mio libro, che gli ho appena regalato. 1003827_659575500736684_1156519734_nIo invece sono intenta ad osservare  la cover del cd “Paper Aeroplane” che a sua volta mi ha appena dato e a constatare che quel ragazzo, conosciuto anni fa e con tanti sogni nel cassetto, è stato così bravo da farli divenire realtà.

 Raccontaci di te.

“Non ho grandi novità nella mia vita se non lavorative…  Sono felicemente single”. Scherziamo sul fatto che io ho una bambina, ma non sono comunque sposata;  mi chiede di vedere alcune foto di Ginevra e di raccontargli come ho conosciuto Nicola. Di contro lui mi parla di sua  madre Maria con un luccichio amorevole negli occhi, ma anche di come  gli piacerebbe trasferirsi ai Caraibi quando sente il bisogno di staccare la spina.

2

Dacci una tua opinione dettata dall’esperienza: a pari merito di talento,  perché spesso capita che tra due persone, solo una abbia successo?

Sicuramente è una questione di carattere, la grande differenza  sta nel credere molto in se stessi e di non ascoltare i no.

1465340_748063391887894_500975734_n

In che senso non ascoltare i no?

Sì, la persona che ce la fa,  i NO non li vuole nemmeno sentire, magari ne ha ricevuti a migliaia, ma non gli importa nulla e va avanti diritto per la sua strada, mentre chi ascolta i no,  spesso si perde per la strada.

E un altro fattore qual è?

Sicuramente la capacità di non prendersi troppo sul serio, soprattutto se  esposti ad un pubblico vasto: c’è chi ti ama e chi ti odia, se ti identifichi per quello che fai, è la fine. Ogni artista produce qualcosa, ma quel  qualcosa non rappresenta la persona stessa, ma solo una pura creazione dettata dal momento, bisogna imparare a stare staccato dalle cose.

Rossi

Il tuo carattere ti ha aiutato a ottenere il successo? E mentre formulo questa domanda, mi compare un altro flash: eravamo a casa sua a Milano, era il 2003, ovunque si sentiva il suo ultimo pezzo, “Rum e Cocaina”, contenete un sample estratto da “Maracaibo” di Lu Colombo. Alzi la mano chi, in quegli anni, non l’ha canticchiata ballandola in discoteca! Nel mio ricordo sono  seduta sul suo divano, lui si alza, accende lo stereo e  mi fa ascoltare un pezzo che sarebbe uscito a breve. Quel pezzo era “Love Is The Music” con la voce di Jenny B: semplicemente strepitoso. Da lì a poco nelle discoteche diventò  uno tra i pezzi più messi. frsoundsquarewhiteFrancesco non è solamente un Dj ma è soprattutto un produttore che ha aperto, da un paio d’anni, anche una sua etichetta discografica: Rouge Purple. Le sue parole mi riportano al presente.

rpnero

“Nicole, io ho un caratteraccio, sono del segno della vergine, ci sono poche cose che tollero e se devo mandare a quel paese qualcuno, chiunque esso sia, lo faccio. Di certo non è stato il mio carattere ad aiutarmi, se non il fatto che il mio unico pensiero è sempre quello di lavorare bene e impegnarmi al massimo.

Le sue ultime parole mi fanno ricordare che un paio di mesi fa ha vinto per la categoria “Track of the season” il Dj Awards 2013. Tanto per capirci: è come per un attore vincere il premio oscar.

images

Tutto l’amore che ci hai messo e  la costanza ti hanno portato al Pacha d’Ibiza quest’estate a ritirare un riconoscimento mondiale come il Dj Awards.

La vita è una sorpresa, non c’era nulla di scontato. Faccio questo lavoro da sempre e Paper Aeroplane, rifacimento del pezzo degli australiani Angus & Julia Stone,  era stato fatto nel 2010. Matteo Esse, A&R della label per cui lavoro la D:Vision,  ci ha creduto molto e da lì è nato tutto…

6

E quando dici “tutto” cosa intendi?

Il pezzo è arrivato a Londra nella mani di Pete Tong, dj della  BBC Radio 1 (nonché punto di riferimento della dance mondiale) che l’ha inserito come Essential New Tune nel suo programma e lo ha fatto annunciandolo come  un pezzo unico nel  suo genere!

Come è stato fare il salto tra DJ Francesco Rossi e IL DJ, riconosciuto in tutto il mondo, Francesco Rossi?

Il successo è arrivato molto lentamente nella mia carriera artistica: tutto bene, ma anche vissuto in tutta serenità, tenendo i piedi per terra. Il bello è che ora, anche qui in Italia sono famoso e le persone che prima mi giudicavano in maniera negativa,  oggi possono solo stare zitte. I miei riconoscimenti parlano da soli.

971641_650721391622095_1820101554_n

Però nei mesi scorsi sei stato spesso ospite in radio nazionali e in televisione, che l’Italia si stia svegliando?

Devo dirti la verità. In  Italia, l’unico che ha sempre messo in miei dischi, ovviamente quelli che riteneva giusti, è stato Albertino (dj e speaker di Radio Deejay). Poi a luglio scorso sono stato ospite in trasmissione da lui e a Radio 1 e il mio disco è stato passato in tutte le radio più importanti qui in Italia.

Che effetto fa  annoverarsi tra i giganti della music dance, come Bob Sinclar, Roger Sanchez e molti altri?

E’ una bella soddisfazione, ma io sono rimasto lo stesso ragazzo che hai conosciuto tu. Sono nato e partito da Olmo (frazione con 3.500 abitanti del comune di Arezzo, Toscana). Non ho avuto molte spinte, tutto ciò che ho ottenuto me lo sono sudato duramente ed essere riconosciuto tra i più grandi oggi crea molta aspettativa per il futuro. Devo dare sempre il massimo per tenere alto il livello del mio successo, sono in ansia per questo , sono concentrato per dare il meglio ora.

18381_671087239585510_976949374_n

Soddisfare l’aspettativa è sempre più difficile.

Già, ma io non smetto di sognare. Sono  i miei sogni a portarmi avanti nella vita, se non sognassi,  non sarei qui ora a raccontarti queste cose. Sono preoccupato perché ho come la sensazione che i ragazzi giovani di oggi non sognino più. Per me sognare è come respirar! E’ vita! E per il futuro sogno grandi cose.

Che cosa accadrà nel tuo futuro immediato?

Lavorerò molto. Forse a febbraio riuscirò ad andare in ferie una settimana.  Oltre al mio tour in programmazione, andrò a Londra a gennaio ospite di Pete Tong nella sua trasmissione della BBC Radio 1, nello spazio chiamato Future Star e lì inizierò a promuovere personalmente il disco.

Francesco_Rossi

A cosa stai lavorando ora?

E’ presto ancora per parlare a cosa sto lavorando, ma posso anticiparti che sto lavorando con Ozark Henry (cantante Belga di fama internazionale che oggi con il suo ultimo pezzo “I’m Your Sacrifice” è in vetta in tutte le classifiche) una voce unica e meravigliosa.

24482_1377602128069_7759759_n

Tra dieci anni dove ti vedi?

Ai Caraibi a non fare nulla. Nella vita non voglio più fare nulla. (Scoppia a ridere). In realtà vivo alla giornata e compongo pezzi, questo sono io e tra 10 anni mi vedo ancora così.

312469_4945493470362_1469339759_n

Rimaniamo insieme per tre ore e chiacchieriamo di tantissime altre cose. Quando ci salutiamo, lui ha un treno che lo aspetta diretto a Roma, io una famiglia a casa. Mentre lo saluto e lo guardo dirigersi verso la stazione, penso proprio che la cosa fantastica è che è esattamente  uguale a quando l’ho conosciuto. Non importa se ora viaggia con i grandi che fanno girare la musica nel mondo, lui è rimasto legato ai suoi sogni, ai suoi dischi e al grande amore della sua vita: la musica. Ovviamente  Francesco ed io stiamo in contatto e vi aggiornerò sulle prossime notizie. Vi abbraccio people love.

imgres

Review overview
15 COMMENTS

POST A COMMENT