ARTICOLI

 

 

 

Io per la pubblicità Elvive della L’ Oreal , link : https://www.youtube.com/watch?v=g30fpkg6tfY ,   https://www.youtube.com/watch?v=feWKLCeQeU4

 

 

 

FED_5495FED_6296FED_6079FED_6214
 

 

 

 

FED_7147

 

Ginevra per il catalogo Fw 17/18 di Vicario 5

16388032_712952715546174_1096194678583871217_n

 

 

Ginevra per lo spot televisivo Magnadyne

 

schermata-2016-12-27-alle-17-21-07Su leadingmyself.it mi hanno fatto un’intervista per raccontare come il mio diario di mamma sia diventato un successo e un lavoro. L’articolo. 

Su Fashion sono stata descritta come una tra le mamme blogger più lette , grazie !

13501676_603534109821369_6346014186782752602_n

 

Per il Pitti Bimbo 83 sono stata scelta per il progetto di E-Pitti.com il quale ha raggruppate mamme blogger molto seguite tra Italia e Europa per visionare gli stand e poi andare a guardare le sfilate per poi scrivere un articolo che sarà inserito nel loro sito ufficiale. L’ Articolo. 

SaTbM_Banner_700_525_it

schermata-2016-12-27-alle-17-18-08

Intervista al settimanale F 13091920_10153640452872362_3266295455920142388_n

 

Parlano di me sul settimanale F

12717956_10153480554697362_7344086261578947167_n

Parlano di me e della mia collaborazione con Otto Jewels su: Tentazionifashion.it

Screenshot_2016-03-17-12-23-14

 

 

Intervista per Radio Stella Fm

Screenshot_2016-03-17-12-07-37 (1)

 

 

Intervista suwww.infoweb-luca.com/

Screenshot_2016-03-17-11-49-01

 

Screenshot_2016-03-17-11-58-01

 

 

Intervista su: www.containerradio.it

Screenshot_2016-03-17-11-50-34

 

Intervista su MVmilan-rome 

 

 

Intervista dal Giornale di Vicenza


LIBRI

 

fronte21

Una pietra che rotolata dai capricci della gravità traccia un solco. Il vento che soffia incessante plasmando le dune. La goccia d’inchiostro che impregna il foglio. Erosioni, trascinamenti, impatti, marchi, tratti. Segni impressi da un corpo su altri corpi, tracce ora delicate ora nette che attraversano il contemporaneo, nel susseguirsi di parole che si fa immagine. C’è tutto questo dentro i versi di “Impronte”, ultima nata tra le collane della casa editrice Pagine. Versi liberati dall’angustia di un cassetto o più prosaicamente da una cartella su pc, che attraverso la pubblicazione, forse l’esempio più professionale di “impronta”, sperimentano la sensibilità del lettore.


 

libro

Sotto a un cielo siciliano Elisabetta trova la forza di riprendere in mano la sua vita solo dopo due anni.
Per il suo temperamento anticonformista. Mai accettato da una madre aristocratica abituata a decidere per lei. Aveva dovuto rinunciare a molto.
Tra una serata “ignorante” con gli amici e la scelta di decidere tra il ragazzo perfetto o quello ribelle toccherà a lei portare alla luce la verità. Perchè Michelle si era ammalata? Chi era davvero suo padre? Come può essere collegata l’anoressia alla mafia?
Non si tirerà indietro nemmeno quando Gioia, l’amica di sempre, le chiederà di essere al suo fianco il giorno che dovrà dire ai genitori di essere gay. Un intreccio di storie lontane tra loro verrà a galla per far comprendere di essere parte di un’unica, sconvolgente, realtà.
A Elisabetta non le resterà altro che fare un passo indietro…


copj170

Anno 2050. Le autovolanti solcano il cielo, i grattacieli divorano i prati, il vino è un argomento ormai di studio, da manuale di storia. In un paese forse inevitabilmente corrotto dalla tecnologia e dal progresso, sopravvive il ricordo di un tempo felice; tempo in cui l’uomo godeva della natura in tutto il suo splendore, tempo in cui tutto era possibile anche il male più grande. La voce di Claudia rompe l’argine di un dolorosissimo silenzio; lacera la spessa coltre omertosa che riveste la vita di tante, troppe donne e bambine, vittime di inenarrabili violenze. Rievoca il passato con tatto, senza scandalizzare: rivive ogni momento di quell’esistenza costellata di silenzi e ire incomprensibili ed indica la tortuosa strada verso la guarigione, la via per la salvezza: la fiducia in se stessi e negli altri, l’amore senza riserve, l’amicizia autentica, il perdono che non dimentica ma che consegna il cuore ad una profonda e inspiegabile quiete. Tante storie, come fiumi silenziosi, convergeranno nella storia di Clo: ritroveranno in essa l’emozione del primo.